Anzio, aggredisce agenti nel centro di accoglienza: atto ingiustificabile

L’aggressione avvenuta ad Anzio a danno di alcuni agenti di polizia da parte di un ragazzo malese, è un atto ingiustificabile! Siamo francamente stanchi di dover assistere impotenti a gesti di ordinaria violenza da parte di extracomunitari che vengono ospitati nel nostro paese. L’accoglienza non può essere un mero business a scapito degli italiani, ma deve rispondere a precisi requisiti e alla ferma volontà degli accolti di entrare a far parte di una comunità rispettandone leggi, costumi e regole. Il soggetto in questione, tra l’altro, aveva precedenti penali per violenza sessuale ripetuta e gli era stata respinta la richiesta di asilo politico. Davvero assurdo che potesse trovarsi ancora in Italia. In un paese che funziona un individuo del genere non sarebbe proprio mai dovuto entrare. Con una situazione di carceri collasso e forze dell’ordine sottodimensionate di tutto abbiamo bisogno tranne che di impegnare risorse e soldi pubblici per chi fa della violenza e dell’illegalità il proprio stile di vita. Espulsione immediata e sconto della pena nel proprio paese.

Rassegna stampa:

Anzio, aggredisce agenti nel centro di accoglienza, Silvestroni “un atto ingiustificabile”

Migrante non vuole lasciare il Centro e aggredisce i poliziotti di Anzio: preso

 


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.