Roma, pecore nei giardini. La Capitale trasformata in uno zoo-safari

Pecore e capre come tosaerba nei giardini di Roma… Verrebbe da ridere se non fosse che siamo proprio di fronte ad un dramma. La Sindaca Raggi non manca certo di fantasia, questo le va riconosciuto. Tra funivie, frigogate, autobus che esplodono e pecore al posto dei giardinieri, la Capitale sta diventando la barzelletta d’Europa.
E non si tratta nemmeno di inesperienza, qua siamo di fronte veramente ad un caso emblematico di totale assenza di capacità di governo e anche, mi viene da aggiungere, di senso di responsabilità.
Non è accettabile giocare a fare gli esperimenti sulla pelle dei cittadini e ancor più con una città dall’importanza strategica sotto tutti i punti di vista come Roma.
Vorrei sommessamente ricordare alla Raggi, mentre lei e la sua giunta si avventurano in stravaganti iniziative, che Roma è in piena emergenza rifiuti, le strade sono dei colabrodi ed i servizi ridotti ai minimi termini. Perciò prima di introdurre capre e pecore magari cominciamo ad eliminare le cause che hanno prodotto il proliferare da mesi di topi e cinghiali a meno che l’obiettivo non sia quello di trasformare la Capitale in uno zoo safari…


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.