Carceri: perche’ ex boss a scuola Polizia Penitenziaria Interrogazione al Guardasigilli su lezione Cosimo Renga

Presenterò una interrogazione al ministro della Giustizia sulla lezione tenuta alla scuola allievi Polizia Penitenziaria di Cairo Montenotte da parte dell’ergastolano Cosimo Renga, attore nel film dei Fratelli Taviani “Cesare deve morire”, interpretato da carcerati. E’ normale che un ex boss della camorra, condannato all’ergastolo, salga in cattedra e passi il proprio tempo a fare l’attore in una rappresentazione teatrale alla scuola di polizia penitenziaria? Una domanda alla quale sarebbe opportuno rispondesse direttamente il ministro della Giustizia. Ed e’ proprio a lui che gireremo questo quesito, attraverso una apposita interrogazione parlamentare per esprimere, tra l’altro, tutta la nostra indignazione di fronte a questa notizia assurda che evidenzia, ancora una volta, tutte le falle del nostro sistema carcerario. L’episodio è una offesa alle Istituzioni, a tutte le vittime della criminalita’ organizzata e un insulto a tutti quegli agenti impegnati nelle attivita’ di formazione. E questo l’esempio che si vuole trasmettere? Qualcuno ne dovra’ rispondere.


One thought on “Carceri: perche’ ex boss a scuola Polizia Penitenziaria Interrogazione al Guardasigilli su lezione Cosimo Renga

  1. Cosimo Renga ha capito il male che ha fatto, ma non può materialmente tornare indietro, ma ha capito un ‘altra cosa, che i giovani nelle zone dove domina la camorra e la mafia sono stati negli anni accaparrati da questi ultimi per fare i delinquenti, indirizzandoli su una strada di guadagni facili, che è la stessa strada che lui ha intrapreso fino ad uccidere per il clan. Ora l’ unica cosa che può fare è parlare, trasmettere a chiunque sulla sua strada, ma soprattutto i giovani, quello che lui ha capito in carcere, che ci sono dei valori di umanità, di bontà, di giustizia che proprio uno come lui che sta pagando a caro prezzo il male fatto può e deve insegnare, senza far torto a nessuno, perché lui sta pagando e il dolore delle famiglie a cui ha ucciso, il marito, il padre, dentro di lui lo ha cambiato, ormai per sempre, credo detto ciò che lui possa e debba insegnare tali valori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.