Polizia Penitenziaria: basta con la politica della coperta corta

Si gioca alla coperta troppo corta sulla pelle delle persone, dei lavoratori.
È sotto gli occhi di tutti ormai che una categoria così delicata e strategica per la garanzia della nostra sicurezza come la polizia penitenziaria sia stata abbandonata a se stessa. Le aggressioni nelle carceri sono all’ordine del giorno, gli agenti sempre troppo pochi e senza mezzi adeguati. Le soluzioni non possono essere spostare lo stesso personale da un carcere all’altro, come è stato proposto agli agenti di Rebibbia e Regina Coeli per compensare la carenza di organico di Frosinone e Velletri, perché il risultato sarebbe solo quello di sconvolgere la già precaria organizzazione di chi vi opera! Vanno ripensate completamente le politiche riguardanti sicurezza e difesa decidendosi a mettere a disposizione del comparto fondi strutturali adeguati, basta tirare una coperta già risicata da una parte e dall’altra con l’ovvio effetto di non risolvere nulla.

Rassegna Stampa:

Polizia Penitenziaria, Silvestroni (FdI): basta con la politica della coperta corta

“La polizia penitenziaria è abbandonata a se stessa”. Silvestroni (FdI) chiede interventi per il carcere di Velletri

POLIZIA PENITENZIARIA, SILVESTRONI: BASTA CON LA POLITICA DELLA COPERTA CORTA


2 thoughts on “Polizia Penitenziaria: basta con la politica della coperta corta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.