Pensionati d’Italia: il valore dei nostri anziani

Si è tenuta ieri presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati una riunione organizzata dai pensionati di Fratelli d’Italia avente ad oggetto “La terza età come valore nella costruzione di una società avanzata, la salute e la dignità”. I lavori sono stati introdotti dalla senatrice Maria Burani, la quale ha ricordato che i pensionati sono quelle persone che hanno ricostruito la nazione e creato le attuali ricchezze durante gli anni del boom economico notando che, purtroppo, spesso i partiti si dimenticano di loro ed è per questo che molti di loro si sono avvicinati a Fratelli d’Italia, che è una forza politica che invece riconosce valore e dignità alla terza età.

Ho voluto ribadire che FdI è favorevole al taglio solo delle pensioni veramente d’oro, cioè di quelle pensioni scandalosamente alte che non trovano alcuna giustificazione nei contributi versati e che il partito è strenuamente a favore del merito e del lavoro. L’Italia deve tornare alla sane tradizioni e ai sani valori del passato e della famiglia tradizionale dove i nonni svolgevano una fondamentale funzione di educazione dei giovani. I pensionati e gli anziani in generale possono dare un grande contributo alla rinascita nazionale e che gli stessi spessissimo, ben lungi dall’essere un peso per la società, sono coloro che con le loro pensioni riescono ad aiutare le famiglie ed i giovani in difficoltà. L’obiettivo è di far si che queste persone tornino ad essere un valore aggiunto per il paese rigettando progetti come il reddito di cittadinanza che, invece, tendono a trasformare le giovani generazioni in soggetti sempre più dipendenti dall’aiuto dello Stato.

Ecco un estratto del mio intervento

 

Rassegna Stampa:

http://www.secoloditalia.it/2018/09/convegno-fdi-sui-pensionati-per-litalia-sono-una-risorsa-non-un-peso/

 


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.