Carceri sovraffollate e agenti sotto organico: da Bonafede poche risposte

Qualche buona intenzione e la conferma di quanto già sapevamo nella risposta ricevuta dal sottosegretario alla Giustizia Ferraresi questa mattina nel corso della seduta della Camera dedicata alla discussione delle interrogazioni sul sovraffollamento delle carceri e la carenza del personale di polizia penitenziaria.

Ferraresi ha di fatto convenuto sullo stato di sovraffollamento della popolazione carceraria degli istituti del Lazio con picchi preoccupanti tra Velletri e Rebibbia, a fronte di una significativa carenza di organico.

Non ci pare sufficiente perciò l’impegno, condivisibile ma ancora troppo fumoso, del Ministero di voler attivare nella legge di stabilità e nei prossimi provvedimenti, quanto necessario per provvedere all’assunzione di agenti penitenziari.

Una risposta che non rassicura né il personale in servizio che necessita di essere implementato e coadiuvato né per i tanti giovani uomini e donne idonei da concorso che ormai da anni attendono l’immissione in ruolo.

Continuerò a chiedere per loro risposte definitive in tutti i prossimi provvedimenti utili perché la sicurezza ed il lavoro sono per Fratelli d’Italia priorità imprescindibili.


One thought on “Carceri sovraffollate e agenti sotto organico: da Bonafede poche risposte

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.