Desiree: giustizia rigorosa e certezza della pena

Come suona stonato e fuori luogo il “pace e amore” del Presidente della Camera Fico di fronte alla barbarie dell’omicidio di Desiree.
Le cose vanno chiamate con il loro nome altrimenti rischiano di perdere i connotati di realtà. E il termine giusto è orrore. Orrore, disgusto e rabbia per una ragazzina trucidata senza pietà, per un girone infernale di degrado e criminalità che da anni era lì nel quartiere sotto gli occhi di tutti e silenziosamente tollerato, per dei delinquenti incalliti che giravano senza documenti regolari spacciando droga fino sentirsi in diritto di stuprare e uccidere una bambina.
Nessuna pietà ma giustizia senza sconti. Il massimo della pena possibile e poi davvero basta con le zone franche, con i luoghi di nessuno dove tutto è possibile. Giustizia rigorosa e certezza della pena non falso buonismo è quello che chiedono gli italiani di buon senso.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.