Quanto riportato dalla stampa sul senatore Nicola Morra e sulla vicenda denunciata dal dirigente del Dipartimento prevenzione dell’Asp di Cosenza, se dovesse trovare riscontro, dimostrerebbe una volta in più l’incompatibilità del grillino da presidente della commissione antimafia. Morra imbarazza le Istituzioni italiane con questo atteggiamento e farebbe bene a dimettersi per non continuare a collezionare figure di questi genere e screditare il Parlamento italiano.

Di marcosilvestroni

Deputato della Repubblica - Fratelli d'Italia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.