La partita geopolitica del secolo si deciderà in mare, come ieri è stato confermato nel B20 in collaborazione con Confitarma. L’Italia è circondata da 7456 chilometri di coste e da 350.000 chilometri quadrati di acque internazionali: un patrimonio naturalistico, culturale ma soprattutto economico. Oggi, circa il 90% del commercio mondiale in termini di volume e oltre il 70% in termini di valore avviene via mare. Per questo ho presentato una risoluzione in commissione che impegna il governo ad adottare ogni iniziativa utile al mantenimento della proprietà italiana di tutte le infrastrutture portuali nazionali, e a contrastare gli investimenti stranieri volti a depauperare il patrimonio aziendale portuale italiano. È necessario difendere i nostri interessi nazionali in mare, soprattutto nel Mediterraneo, come sostiene Giorgia Meloni. Fratelli d’Italia ancora una volta ribadisce la necessità di un ministero del Mare.

Di marcosilvestroni

Deputato della Repubblica - Fratelli d'Italia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.