Stagionali penalizzati nel decreto (senza) dignità

Stagionali penalizzati. Il turismo e’ il petrolio dell’italia e difendere i settori professionali che operano in questo comparto dovrebbe essere una priorita’ ed un dovere di questo governo. Le imprese turistiche, termali, agroalimentari, rappresentano la spina dorsale, l’ossatura del paese, sono quelle realta’ che grazie a competenza e professionalita’ rendono grande l’italia nel mondo e … More Stagionali penalizzati nel decreto (senza) dignità

Il Decreto Dignità è solo una scatola vuota. Fratelli d’italia voterà NO!

Decreto Dignità. Dignità e posti di lavoro si creano semplificando la vita agli imprenditori, abbassando le tasse, rispettando il principio costituzionale di una retribuzione proporzionata al lavoro svolto. Accettare la proposta di FdI di legare la flat tax al reddito incrementale così come la stabilizzazione degli under 35 avrebbe rappresentato un segnale importante per gli … More Il Decreto Dignità è solo una scatola vuota. Fratelli d’italia voterà NO!

Decreto Dignità. In Commissione FdI ha votato NO!

Decreto Dignità. La X Commissione si e’ espressa oggi in merito al disegno di legge ‘conversione in legge del decreto-legge 12 luglio 2018 n.87, recante disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese’. “Fratelli d’Italia ha detto NO. Benché siamo naturalmente d’accordo nel combattere il precariato nel mondo del lavoro e nell’aumentare le … More Decreto Dignità. In Commissione FdI ha votato NO!

Decreto Dignità insufficiente: per occupazione serve sburocratizzazione e premialità

Sui temi del lavoro il decreto dignità è insufficiente. Pienamente condivisibili le perplessità espresse dal Presidente di Federalimentare, Scordamaglia, sui provvedimenti previsti nel decreto per la lotta al precariato. L’Italia deve puntare sui suoi settori di eccellenza come l’agroalimentare e il turistico avendo chiare le esigenze specifiche e dando alle imprese strumenti adeguati. Precariato e … More Decreto Dignità insufficiente: per occupazione serve sburocratizzazione e premialità